SAN STANISLAO KOSTKA CON GESÙ BAMBINO

Ambito/Autore : Ambito trentino

Periodo storico: 18° secolo
Anno: XVIII secolo
Soggetto: San Stanislao Kostka con Gesù Bambino
Luogo di conservazione: Borgo Valsugana, monastero di San Damiano
Materia e tecnica: olio su tela, cm 76,1 x 57,5

Descrizione:

Restaurato da Marta Albertini nel 2012-2014, il dipinto è registrato nel 1966 all’interno del convento francescano di Borgo. L’iconografia fa riferimento alla visione di Stanislao Kostka (1550-1568) durante la grave malattia patita all’età di sedici anni, poco prima di poter entrare nella Compagnia di Gesù. Sul punto di morire, il giovane polacco vide la notte della sua prodigiosa guarigione la Vergine che radiosa le porse tra le braccia il piccolo Gesù Bambino.

La realizzazione del dipinto è successiva alla canonizzazione del Kostka nel 1723, per volontà di Benedetto XIII. L’efficace e sintetica composizione, imperniata su una profonda effusione di affetto tra il piccolo Gesù e il santo, si avvale di una stampe devozionali coeve alla santificazione che rende meno agevole l’identificazione di un autore e meglio comprensibile l’intonazione classicista dell’immagine.

Fonti: ACPFM, busta 244, Inventario 1966, p. 642, n. 10; SBC Menapace 1980/ OA/ 00027076.

Bibliografia: Stenico 2001a, p. 380.

torna ai risultati della ricerca