COMMIATO DI CRISTO DALLA MADRE

Ambito/Autore : Ambito trentino

Periodo storico: 18° secolo
Anno: 1701-1715 ca.
Soggetto: Commiato di Cristo dalla Madre
Luogo di conservazione: Borgo Valsugana, chiesa di San Francesco d’Assisi, coretto
Materia e tecnica: olio su tela, cm 160 x 122

Descrizione:

Il soggetto del dipinto viene indicato come Cristo e la Maddalena nell’inventario del 1966; alludono a Cristo e la samaritana al pozzo la scheda di soprintendenza e padre Remo Stenico.

Viene in realtà raffigurato l’esordio della vita pubblica di Gesù, il cosiddetto Commiato di Cristo dalla Madre, un soggetto che mostra un’intonazione alquanto patetica particolarmente affine alla sensibilità barocca. La scena è dominata dalle figure monumentali in primo piano, specularmente drappeggiate. Sullo fondo è un paesaggio digradante e il cielo rotto dalle nubi sulle quali appaiono tre mesti angioletti.

Si tratta di una prova dignitosa, adeguatamente risarcita dal recente restauro (Albertini, 2012-2014) ma di limitate doti artistiche, da collocare in ambito trentino verso la fine del Seicento o più probabilmente l’inizio del secolo successivo. Non mancano affinità con i saggi pittorici di Abramo Stolz, del quale il convento di Arco conserva alcuni lavori, tuttavia l’opera qui commentata esprime un accento più propriamente classico non compatibile con il profilo del pittore.

Fonti: ACPFM, busta 244, Inventario 1966, p. 642, n. 16; SBC Menapace 1980/ OA/ 00027075.

Bibliografia: Stenico 2001a, p. 380.

torna ai risultati della ricerca