SAN GIOVANNI DA CAPESTRANO E SAN PASQUALE BAYLON

Ambito/Autore : Abramo Stolz (Praga, ?-Trentino, notizie 1692-1701)

Periodo storico: 17° secolo
Anno: 1691
Soggetto: San Giovanni da Capestrano e San Pasquale Baylon
Luogo di conservazione: Arco, Santuario delle Grazie, coro
Materia e tecnica: olio su tela, cm 231 x 164

Descrizione:

Questa grande tela, restaurata nel 2004 (Trento, Consorzio ARS), raffigura con didascalica nitidezza due grandi santi dell’Osservanza, San Giovanni da Capestrano, con l’immancabile vessillo e il crocifisso, sullo sfondo del campo di battaglia e San Pasquale Baylon, inginocchiato ai piedi dell’ostensorio che alcuni angioletti e cherubini ostentano sulle nubi.

Il dipinto fu acquistato nel 1691 a Rovereto (Stenico). L’indicazione documentaria è del tutto coerente con l’attribuzione che qui si avanza sulla base dei caratteri stilistici. Appare infatti molto evidente la fisionomia artistica di Abramo Stolz, pittore praghese attivo a Rovereto a cavallo dei secoli XVII e XVIII. Del tutto istruttivo il confronto con i dipinti autografi nella chiesa di San Giobbe a Villa Lagarina, del 1701. Per questo ed altri confronti e i relativi riferimenti bibliografici, si rinvia alla scheda delle tele già in San Rocco a Rovereto, raffiguranti l’Adorazione dei Magi e la Conversione di San Paolo (catt. 107-108).

Fonti: SBC Menapace 1986/ OA/ 00051582; ACSMG, Inventario 2013, n. 63.

Bibliografia: Stenico 2004b, p. 460.

torna ai risultati della ricerca