GESÙ BAMBINO APPARE A SANT’ANTONIO DI PADOVA

Ambito/Autore : Ambito trentino

Periodo storico: 17° secolo
Anno: 1647 circa
Soggetto: Gesù Bambino appare a Sant’Antonio di Padova
Luogo di conservazione: Borgo Valsugana, chiesa di San Francesco d’Assisi
Materia e tecnica: olio su tela, cm 103 x 203,5

Descrizione:

Si tratta della pala dell’altare eretto nel 1647 sotto il patrocinio della famiglia Welsperg (Stenico, pp. 142-143). L’opera, decisamente modesta, narra un episodio di grande rilievo nell’iconografia antoniana del XVII secolo, l’apparizione di Gesù Bambino a Sant’Antonio da Padova all’interno di un’umile locanda nella quale il santo di Lisbona aveva fatto tappa. Vittorio Fabris propone di assegnare questo dipinto a Giacomo Fiorentini; più genericamente nel 2009 egli lo coopta alla II generazione della dinastia di pittori trentini. Sembra in ogni caso difficile circostanziare la paternità di questa scadente pala d’altare.

Fonti: FBSB Tovazzi, Relatio Prima, p. 44; Morizzo, II, p. 332; ACPFM, busta 244, Inventario 1966, p. 646, n. 25; SBC Menapace 1980/ OA/ 00027063.

Bibliografia: Stenico 2001a, p. 142; Fabris 2004, p. 48; Fabris 2006, p. 108; Fabris 2009-2011, I, p. 60.

torna ai risultati della ricerca