CROCIFISSO

Ambito/Autore : Antonio Longo

Periodo storico: 19° secolo
Anno:  inizio XIX secolo (1806?)
Soggetto: Crocifisso
Luogo di conservazione: Luogo di conservazione: Arco, convento delle Grazie, sala del capitolo
Materia e tecnica: Materia e tecnica: olio su tavola, cm 93 x 58, 111 x 73 con cornice

Descrizione:

La tavola è stata sottoposta a restauro nel 2004; resta tuttavia ben visibile la felatura longitudinale quasi nel mezzo del supporto.

Il Crocifisso può essere identificato in quello donato dall’artista nel 1806 al padre guardiano di Cles (Antonio Longo pittore, p. 146) e successivamente non rintracciato. In ogni caso, già gli inventari del 1927 e 1962 lo assegnano con sicurezza al pittore fiemmese. Si tratta infatti di una delle molte versioni di Cristo crocifisso trionfante realizzate da Antonio Longo al ritorno dal lungo soggiorno romano. È inoltre consuetudine dell’attività estrema del pittore fiemmese che l’opera sia pensata unitamente alla finta cornice dipinta direttamente sulla tavola sagomata: un profilo a fogliame sormontato da una bassa cimasa a volute affrontate e tabella centrale con iscrizione.

Fonti: ACPFM, busta 306, Inventario 1927, n. 22; busta 275, Inventario 1962, p. 634, n. 11; SBC Giacomelli 1986/ OA/ 00051576; ACSMG, Inventario 2013, n. 98.

Bibliografia: Stenico 2004b, p. 456.

torna ai risultati della ricerca