CRISTO CROCIFISSO CON LA MADONNA, SANTA MARIA MADDALENA E SAN GIOVANNI EVANGELISTA

Ambito/Autore : Lorenzo Fiorentini senior (Borgo Valsugana, 1580-1644)

Periodo storico: 17° secolo
Anno: 1623
Soggetto: Cristo Crocifisso con la Madonna, Santa Maria Maddalena e San Giovanni evangelista
Luogo di conservazione: Pergine Valsugana, chiesa del Redentore
Materia e tecnica: olio su tela, cm 277 x 185

Descrizione:

In origine il dipinto era collocato nel coro, dietro l’altare maggiore, al cospetto dei frati riuniti nella preghiera comunitaria. Negli anni 1960-1966 la grande tela si trovava nel capitolo del convento; dopo il restauro, eseguito nel 1996-1997 dalla ditta L.A.R.A. di Denno, il notevole ingombro ha suggerito la collocazione sulla parete ovest dell’aula.

Il millesimo 1623 è ribadito dalla testimonianza della Cronaca che ricorda come in quell’anno “a Pergine si collocò nel coro della chiesa dei Frati la pala del ss. Crocifisso” (Morizzo).

Tra le opere autografe e meglio note del pittore di Borgo, la Crocifissione rimane tuttavia meno interessante sul piano qualitativo rispetto all’analoga tela dei francescani a Borgo Valsugana (cat. 71); entrambi i dipinti furono pensati, ab origine, per campire il coro della chiesa.

Le figure si susseguono uniformemente in primo piano, perseguendo una chiarezza didascalica di grande impatto, rafforzata dal timbro molto scuro dello sfondo privo di una ricerca spaziale, benché si lascino scorgere le mura e gli edifici di Gerusalemme. L’opera mette eloquentemente in luce le coordinate figurative tardo cinquecentesche rivisitate dal Fiorentini in un contesto culturale involuto e di estremo rigore controriformista. Le lumeggiature meccanicamente eseguite e le sagome delle figure che si stagliano su un fondo quasi completamente nero, memori dei dipinti su lavagna, esprimono bene i modelli di estrazione veneta declinati dall’artista.

Fonti: Morizzo, I, p. 115; ACPFM, busta 244, Inventario 1962, p. 663, n. 9; SBC 1980/ OA/ 00019242; ACSSR, Inventario 2002, p. 2.

Bibliografia: Rasmo 1982, p. 318; La pittura in Italia. Il Seicento, II, p. 741; Piatti 1995, pp. 188, nota 263; Calzona in DBI, 48, 1997, p. 149; Piatti 2000, p. 384; Chini 2002b, p. 837, nota 142; Fabris 2006, p. 106; La bottega dei Fiorentini, pp. 86-87, cat. 9.

torna ai risultati della ricerca