SAN FRANCESCO D’ASSISI RICEVE LE STIGMATE

Ambito/Autore : Ambito fiemmese

Periodo storico: 18° secolo
Anno: XVIII-XIX secolo
Soggetto: San Francesco d’Assisi riceve le stigmate
Luogo di conservazione: Trento, convento di San Bernardino, Torricella
Materia e tecnica: olio su tela, cm 43 x 30,3 (ciascuno)
Provenienza: Cavalese, convento di San Vigilio, refettorio

Descrizione:

Le piccole tele sono citate nell’inventario del 1960 con un generico riferimento “Unterperger?” desunto da Felicetti (1933) e ripetuto da Onorati. L’indefinita accezione attributiva risale alle note di Angelo Molinari che annovera i “preziosi quadretti” tra le prove della dinastia fiemmese presenti in convento. Giustamente più ponderata è la posizione di Nicolò Rasmo che opta per un ignoto pittore del XVIII secolo.

Il soggetto della seconda tela, riportato come “santo orante” nell’inventario, “santo in una grotta” da Molinari e “Frate penitente nella cella” da Rasmo, è forse identificabile in San Pietro d’Alcantara in adorazione della croce, gustosamente raffigurato in preghiera all’interno di un severo interno di convento; più convenzionale e debole la rappresentazione di San Francesco nella grotta della Verna. L’indugiare su numerosi dettagli d’ambientazione e il tratto stilistico piuttosto accademico indirizzano ad una datazione sullo spegnersi del Settecento o a cavallo con il secolo successivo, probabilmente in ambito fiemmese, mentre pare più arduo pronunciare anche genericamente il nome di uno degli Unterperger.

Fonti: ACPFM, busta 244, Inventario 1960, p. 650, n. 13-14; Giacomelli 1987/ OA/ 00053979-980.

Bibliografia: Molinari 1926, p. 301; Felicetti 1933, p. 54; Esposizione di pittura sacra, n. 19; Onorati 1982, pp. 71, 181.

torna ai risultati della ricerca