RITRATTO DI PADRE BENEDETTO BONELLI

Ambito/Autore : Ambito trentino

Periodo storico: 18° secolo
Anno: ante 1783
Soggetto: Ritratto di Padre Benedetto Bonelli
Luogo di conservazione: Trento, Fondazione Biblioteca San Bernardino, Biblioteca antica
Materia e tecnica: olio su tela, cm 104,3 x 72

Descrizione:

Benedetto Giovanni Francesco Antonio Bonelli da Cavalese, figlio di Giovanni Domenico e Antonia nata Miorini, nacque il 26 dicembre 1704. Studiò preso i Gesuiti a Trento, a 17 anni entrò nell’Ordine francescano e fu ordinato sacerdote il 27 dicembre 1728. Studiò filosofia e teologia in convento, affinando notevoli attitudini di predicatore ed esegeta delle opere di San Bonaventura. Il suo impegno è altresì notevole sul versante storiografico, imponendosi come uno dei più illustri e dotti membri dell’Ordine vissuti in Trentino. Morì a Trento il 28 ottobre 1783 (Stenico 2010, pp. 264-265, n. 546).

Il dipinto è una copia del ritratto nel refettorio del convento di Cavalese (cat.), di Francesco, Antonio Vanzo. Morizzo (III, p. 74) tramanda inoltre l’esistenza di un ritratto dell’illustre studioso eseguito da Bernardino Zambaiti e verosimilmente disperso.

Iscrizioni: “Vir doctus pariterq; Pius Benedictus obivit,/ mors cunctis summo pleno dolore fuit,/ diversa tam plenus erat virtute Sacerdos,/ ut sibi sit similis, tempore Nullus erit/ Mortuus in Domino, vivitque Beatus,/ Et vivet Nomen tempus in omne. Summi/ Que…Tyrolenses celebresdocuere Magistri/ Lector hoc in uno conspice Scripta Viro./ Ob. aetatis 79. 24 8bris 1783.”, in alto.

Fonti: ACPFM, busta 275, Inventario 1963, p. 671, n. 78; SBC Dal Bosco 2001/ OA/ 00072372; FBSB, P 65.

Bibliografia: Stenico 1999, p. 610.

torna ai risultati della ricerca