MATRIMONIO MISTICO DI SANTA CATERINA D’ ALESSANDRIA E SAN GIUSEPPE

Ambito/Autore : Ambito fiemmese (da Giuseppe Alberti)

Periodo storico: 18° secolo
Anno: 1701-1750
Soggetto: Matrimonio mistico di Santa Caterina d’Alessandria e San Giuseppe
Luogo di conservazione: Trento, convento di San Bernardino, Torricella
Materia e tecnica: olio su tela, 63,5 x 85,5
Provenienza: Cavalese, convento di San Vigilio, biblioteca

Descrizione:

La tela, entro cornice marmorizzata probabilmente originale, presenta ridipinture, ossidazioni e marcate conchigliature. Sia l’inventario del 1927 che quello del 1960 la monitorano nel coro della chiesa.

Questa bella composizione è derivata da un dipinto di Giuseppe Alberti, risalente al primo decennio del XVIII secolo, nella canonica di Tesero (Giuseppe Alberti, p. 30, tav. 49). La composizione presenta un ritmo molto pacato ed equilibrato, si direbbe di ascendenza cinquecentesca, ed immette la figura di San Giuseppe in secondo piano.

Il dipinto dovette riscuotere notevole successo in ambiente fiemmese se dallo stesso discende anche un disegno non autografo presso le collezioni della pinacoteca della Magnifica Comunità a Cavalese. In merito alla replica dei francescani non ci sono note le modalità di acquisizione, né sussistono elementi utili per l’individuazione dell’autore. Non sembra emergere in maniera distinta lo stile di nessuno dei discepoli di Alberti e benché la qualità non sia troppo sostenuta, denota l’intervento di un discreto pittore, forse già verso la metà del secolo.

Fonti: ACPFM, busta 304, Inventario 1927, n. 34; busta 244, Inventario 1960, p. 653, n. 79; SBC Giacomelli 1987/ OA/ 00053915.

Bibliografia: inedito?

torna ai risultati della ricerca