CRISTO CROCIFISSO E I DOLENTI

Ambito/Autore : Giuseppe Antonio Betta (1756-1783) (?)

Periodo storico: 18° secolo
Anno: XVIII secolo
Soggetto: Crocefisso, Madonna Addolorata, Maria Maddalena, San Giovanni Evangelista
Luogo di conservazione: Trento, convento di San Bernardino, Torricella
Materia e tecnica: legno intagliato, dipinto, h cm 81, 63, 63, 62
Provenienza: Cavalese, biblioteca

Descrizione:

La scultura si presenta interamente ridipinta. Se la corona di spine sorretta è da intendere quale attributo originale, essa doveva fare parte di un Compianto di Cristo. Diversamente potrebbe trattarsi di uno dei due dolenti a lato della raffigurazione plastica della Crocifissione.

Il volto esprime un’intensa, dolente carica emotiva, significativamente ribadita dalla smorfia della bocca. Il panneggio è condotto per chiaroscuri molto accentuati e coniuga in modo piuttosto inconsueto una carica tipicamente barocca, disegna accartocciamenti di gusto goticheggiante. Nell’insieme sembra trattarsi di un brano plastico non troppo raffinato, con pochi confronti in ambito trentino e databile nel XVII secolo.

Fonti: SBC Menapace 1987/ OA/ 00053986.

Bibliografia: inedito.

torna ai risultati della ricerca