CROCIFISSO CON DIO PADRE

Ambito/Autore : Ambito tirolese

Periodo storico: 17° secolo
Anno: 1600-1625
Soggetto: Crocifisso con Dio Padre
Luogo di conservazione: Trento, Fondazione Biblioteca San Bernardino, biblioteca antica
Materia e tecnica: legno intagliato, verniciato, cm 86,5 x 81

Descrizione:

Il Crocifisso è stato donato alla fine del secolo scorso da una signora di Pinè rimasta anonima. Nella parte inferiore della croce è il teschio di Adamo mentre alla sommità aleggia, portato da nubi, l’ingenuo busto di Dio Padre. Anche la figura di Cristo è percorsa da un tratto popolareggiante e caricato dal punto di vista espressionistico. Benché si tratti di un’opera di primo Seicento, numerose sono le peculiarità ancora di gusto tardogotico: la barba biforcuta a filamenti, gli occhi pesantemente sigillati, gli zigomi alti e il naso pronunciato; ma anche la corona di spine a treccia, la modellazione del busto e l’ipertrofia dei piedi. Il panneggio più leggero ma privo di energia denuncia una cronologia seicentesca, esperibile anche dalle nubi a chiocciola e dalla capigliatura di Dio Padre. Questi aspetti sembrerebbero perfettamente compatibili con la provenienza dell’anonimo manufatto dal pinetano, distretto tradizionalmente aperto agli influssi tirolesi.

Fonti: SBC Dal Bosco 2001/ OA/ 00072429; FBSB CR 1.

Bibliografia: inedito.

torna ai risultati della ricerca