SANTA APOLLONIA

Ambito/Autore : Ambito lombardo (?)

Periodo storico: 17° secolo
Anno: 1601-1650 (restauro novecentesco)
Soggetto: Santa Apollonia
Luogo di conservazione: Trento, Fondazione Biblioteca San Bernardino
Materia e tecnica: olio su tela, cm 84,5 x 66
Provenienza: Castello di Mezzolombardo

Descrizione:

Questa effigie di Santa Apollonia, notoriamente invocata per il mal di denti, appartiene all’Ordine dei medici dentisti di Trento ed è stata depositata presso il convento nel 1983. La Santa è raffigurata a mezzobusto, con un ricco abito di foggia tardorinascimentale. Secondo quanto scrive padre Remo Stenico, proverrebbe dalla cappella di Santa Apollonia del castello Spaur di Mezzolombardo.

L’opera, tipica del primo Seicento e ricettiva di modelli internazionali ampiamente diffusi grazie all’incisione, pare evidenziare alcune peculiarità della pittura lombarda di primo Seicento. Il volto sembrerebbe tuttavia svilito da un vecchio intervento di restauro, ostacolando l’individuazione più mirata di una paternità.

Fonti: SBC Dal Bosco 2001/ OA/ 00072246.

Bibliografia: Guadagnini 1994, p. 30; Stenico 1999, pp. 147, 598.

torna ai risultati della ricerca