SAN FRANCESCO D’ASSISI RICEVE LE STIMMATE

Ambito/Autore : Antonio Longo (da Antonio Balestra)

Periodo storico: 18° secolo
Anno: 1775-1778 ca.
Soggetto: San Francesco d’Assisi riceve le stimmate
Luogo di conservazione: Trento, Fondazione Biblioteca San Bernardino, deposito
Materia e tecnica: olio su tela, cm 148 x 72

Descrizione:

Questi dipinti di gonfalone, in mediocre stato conservativo, documentano l’interesse del pittore fiemmese Antonio Longo verso gli insegnamenti acquisiti in patria presso Ignazio Unterperger e nell’accoglimento di schemi più ambiziosi di provenienza veronese, mediati dalla stessa bottega fiemmese. Il recto del gonfalone, con l’immagine di San Francesco stigmatizzato, denota infatti la conoscenza dell’omonima prova di Cristoforo Unterperger nella pinacoteca della Magnifica Comunità di Cavalese, a sua volta tratta da un piccolo dipinto di Balestra (Verona, Castelvecchio) conosciuto nell’ambito del suo soggiorno veronese nei tardi anni cinquanta del secolo. La figura di Sant’Antonio da Padova ci appare invece snervata e debole, svincolata da modelli del Settecento veronese, mostrandoci con chiarezza un diverso momento della carriera dell’artista, quello che seguì il ritorno in patria dalla lunga permanenza capitolina. Anche questi dipinti si collocano pertanto nella tarda attività di Longo, costellata da numerose benemerenze verso i Francescani. Sono citati nel luogo di origine da padre Eliseo Onorati che ne specifica la funzione di stendardo del Terz’Ordine.

Fonti: FBSB, P 68; SBC Menapace 1988/ OA/ 00056229.

Bibliografia: Onorati 1982, p. 181; Stenico 2005, p. 321.

torna ai risultati della ricerca