MORTE DI SAN GIUSEPPE

Ambito/Autore : Ambito trentino

Periodo storico: 18° secolo
Anno: 1750-1800
Soggetto: Morte di San Giuseppe
Luogo di conservazione: Trento, convento di San Bernardino, infermeria, III piano, corridoio
Materia e tecnica: olio su tela, cm 119 x 84
Provenienza: Rovereto, convento di San Rocco, 2003

Descrizione:

Il dipinto, piuttosto inaridito e mappato da fitta craquelure, sembra presentare qualche antica ridipintura, in particolare in prossimità del volto di Cristo e della Vergine. La sua vicenda ci è ignota, come per gran parte dei dipinti del convento roveretano. L’unica menzione bibliografia spetta a Rossaro il quale ricorda come il dipinto sia stato posto in salvo allo scoppio del primo conflitto mondiale.

La tela va messa in relazione ad un bozzetto (cm 74,5 x 39,5) di cultura veronese conservato nelle collezioni del Museo provinciale d’arte del Buonconsiglio ed acquisito nel 1942 dalle famiglie Postingher e Valbusa (Mich 1995b, pp. 276-279). Benché non sia ancora nota la redazione maggiore del modello, essa non può essere identificata nella tela francescana, data la qualità pittorica nettamente inferiore e il formato rettangolare, anziché centinato. La comune provenienza roveretana suggerisce che si tratti, con ogni verosimiglianza, della debole replica, per di più semplificata, di una pala appartenente ad una chiesa della città della quercia successivamente dispersa.

Fonti: ACPFM, busta 306, Inventario 1927, n. 27; ACPFM, busta 244, Inventario 1962, p. 665, n. 5; SBC Lorenzi 1985/ OA/ 00048074.

Bibliografia: Rossaro 1934, p. 41; Stenico 2004a, p. 318.

torna ai risultati della ricerca